I GEMENTI PIANGENTI

Aggiornato il: 10 dic 2019


Gementi Piangenti?? Chi sono??? Sono i guastafeste! Tutti quei bambini laureati nel rovinarti tutti i piani, tutti gli schemi e tutti quei programmi che ti sei costruita/o per trascorrere una piacevole PRIMA lezione insieme. Urla, pianti e sceneggiate tipiche di un fantastico Mario Merola… insomma, specializzati nel farsi sentire dallo spogliatoio!!!

Negli anni a chi non è mai successo?? Per noi è l’incubo di ogni mezz’ora, di ogni gruppo da condurre.

La nostra strategia l’abbiamo sviluppata cosi, con una semplice linea guida per superare questo terribile scoglio.

VALUTAZIONE DEL PIANTO:

• quando scatta la lacrima e il tipo di lacrima

• valutazione del genitore scambiando qualche chiacchiera

per capire il pregresso e il tipo di bambino

PERCHÈ PIANGONO:

• ambiente nuovo

• acqua fredda

• adulto che non conoscono

• bambini sconosciuti

• distacco dal genitore

• elemento nuovo: ACQUA!!!


STRATEGIA:

• cercare l’ambiente tranquillo (in base alla struttura)

• lavorare sul tono di voce

• capire la distanza da tenere (stimolare la curiosità)

• introdurre qualcosa di famigliare per costruire empatia

• lavorare su giochi simbolici (esempi di gioco*)


OBIETTIVO: ricerca più assoluta della chiave di lettura per poter costruire una comunicazione efficace con il bambino considerando sempre che ogni bimbo è diverso dall’altro.

LO SAPEVATE ?

Mai sentito parlare di contagio emotivo? È scientificamente provato (“Empathy and Moral Development” di Martin L. Hoffman) che non solo la risata è contagiosa ma anche una serie molto più ampia di reazioni affettive tra cui il nostro simpatico pianto ergo “Se piange lui perché non posso piangere anche io?”


QUIZ?

E se piangesse un genitore??? Qui si che nascono i guai…


* STAY TUNED!!!

0 visualizzazioni

©2019 bordovasca.it. Tutti i diritti riservati.

Sito web creato da Studio Sgorbani